Mako Vunipola Rugby World Cup 2019: la potenza sudafricana abbatte l’Inghilterra, Springboks campioni del mondo! – OnRugby

Mako Vunipola My dad says this plugin is awesome!

Il Sudafrica trionfa 32-12 grazie alla sua impenetrabile difesa e alle fasi statiche e vince il suo terzo titolo

Mako Vunipola

La meta di Mapimpi – ph. REUTERS/Issei Kato

YOKOHAMA- Il Sudafrica parte subito alla carica ed ha la prima occasione di passare in vantaggio già al primo minuto. Gli inglesi, infatti, non rotolano via dal placcaggio. Pollard va per i pali ma sbaglia il primo appuntamento con l’acca.
Non passa nemmeno un minuto e Sinckler subisce un durissimo colpo, del tutto involontario, dal compagno Itoje e rimane a terra immobile. Fortunatamente, dopo un paio di minuti, si riprende ed esce sulle sue gambe per i controlli del caso, al suo posto il veterano Cole. Davvero una grave perdita questa per i piani di Eddie Jones.

Alla prima mischia ordinata gli Springboks si impongono nettamente e guadagnano una punizione. Ottimo segnale per gli uomini di Erasmus che fanno grosso affidamento sulle fasi statiche.

All’8′ minuto gli inglesi si complicano la vita da soli. Da una mischia nei propri 22 su loro introduzione, trasmettono malamente l’ovale che va per le terre, Farrel lo recupera, ma placcato e isolato dal sostegno è costretto al tenuto. Pollard trasforma l’imprecisione inglese in 3 preziosissimi punti.

In questo avvio si vedono un po’ di errori di handling da ambo le parti ed un gran lavoro nei break down, in particolare da parte dell’infaticabile Itoje. Il Sudafrica domina in mischia e ruba la prima touche agli inglesi.

L’Inghilterra ha il primo possesso serio al 20′ per via di un errore in presa aerea di Le Roux e il conseguente errore di Du Toit che raccoglie la palla da posizione di fuorigioco. Gli inglesi vanno in touche e portano pressione, Kolbe mette le mani in ruck e Farrell pareggia il punteggio, 3 a 3.

Bruttissimo colpo per i sudafricani che perdono due pedine importantissime nella stessa azione. Mbonambi esce per concussion, al suo posto entra Marx. Lood De Jager, invece, subisce un brutto infortunio alla spalla e lascia il campo per Mostert.

Bokke che trovano respiro al 25′.

Meet this astonishing component!

Read full article at the Original Source

Copyright for syndicated content belongs to the Linked Source